Libri di arte, poesia e filosofia

La parola verso proviene dal verbo latino vertere, cioè «capovolgere», in particolare la terra con un aratro. Il verso è allora un solco, una linea dritta in cui l’uomo col proprio lavoro pone i suoi semi che germoglieranno: nel verso, così, convergono la linearità naturale degli eventi e l’impegno fruttifero del pensiero umano.

martedì 7 febbraio 2012

questionario di poesia (33)





 Mario Fresa


Questionario di poesia (33)


Erri De Luca 










 
Qual è il segreto progetto a cui tende la tua scrittura?


A tenere compagnia, che è quello che chiedo a un libro che leggo




Come nasce, in te, una poesia?


Dall'impulso di scrivere un telegramma. Ma come poeta sono approssimato per difetto.



Un poeta parla di ciò che realmente vive o di ciò che vorrebbe ricevere, e che sempre gli sfugge?


Un poeta scrive di ciò che gli pare, ma fino dai tempi di Dante scrive da una condizione di esilio.


La poesia è salvazione?


La poesia è soccorso ma in casi di emergenza. In una guerra, in un assedio, in una prigione, in un letto di ospedale, sotto un balcone chiuso.



A quale gioco della tua infanzia vorresti paragonare la tua poesia?


A un solitario con le carte napoletane



Che cosa ti ha insegnato la frequentazione della scrittura poetica?


Hikmet ha scritto in una sua poesia che Chisciotte è invincibile: mi ha insegnato che invincibile è colui che sconfitto sempre non la smette di rimettersi in piedi per battersi di nuovo. Neruda mi ha insegnato il valore d'uso della poesia con i versi finali del suo Canto generale del Cile: Io non sono venuto qui per risolvere qualcosa, sono venuto qui per cantare e farti cantare con me.



Qual è il grado di finzione e di mascheramento di un poeta?


In un poeta esigo che la sua vita sia coerente con la sua poesia. Dunque il grado di finzione tra poesia e vita dev'essere zero



Vorresti citare un poeta da ricordare e da rivalutare? 


Alfonso Gatto.



Qual è il dono che augureresti a un poeta, oggi?


Leggere in russo.



Puoi citare un verso che ti è particolarmente caro?


Dove cresce il pericolo, cresce anche ciò che salva (Hölderlin).  



 


© Riproduzione riservata









In alto, un dipinto di Hiroshige Utagawa [1797-1858]





3 commenti:

  1. significativa e intensa intervista, mi complimento per entrambi..
    r.m.

    RispondiElimina
  2. Mariella Bettarini12 febbraio 2012 08:08

    Concisa, significante intervista. Non si gira intorno ai problemi: vi si è immersi.
    Grazie ad entrambi.
    Un saluto caro

    RispondiElimina
  3. Un Poeta/Scrittore che ha segnato passi della nostra storia letteraria, e non solo.
    Grazie Erri per la gioia di averti avuto con noi.
    Grazie Mario per averci fatto questo dono qui.
    Rita Pacilio

    RispondiElimina

© RIPRODUZIONE RISERVATA