Libri di arte, poesia e filosofia

La parola verso proviene dal verbo latino vertere, cioè «capovolgere», in particolare la terra con un aratro. Il verso è allora un solco, una linea dritta in cui l’uomo col proprio lavoro pone i suoi semi che germoglieranno: nel verso, così, convergono la linearità naturale degli eventi e l’impegno fruttifero del pensiero umano.

domenica 18 marzo 2012

Oronzo Liuzzi



   Oronzo Liuzzi, nato a Fasano (BR) nel 1949, vive e lavora a Corato (Ba). Ha conseguito la laurea in Filosofia Estetica presso l’Università di Bari.
È attivo nel panorama artistico-letterario con numerose mostre personali e collettive a livello nazionale e internazionale, libri d’artista, libri oggetto, scrittura verbo-visuale e mail art.


 In poesia ha pubblicato:

L’assoluta realtà (Firenze, 1971),
Poesie (Albatros, Roma, 1975),
Teresa/Attunico (Schena, Fasano, Brindisi, 1977),
Poesie (Albatros, Roma, 1977),
Bio (Edizioni Tracce, Pescara, 1987),
Ronz (Campanotto, Pasian di Prato, Udine, 1989),
Canzone antica (micronarrativa, Pensionante dè Saraceni, Caprarica di Lecce, 1990),
Plexi (Campanotto, Pasian di Prato, Udine, 1997),
Nuvole di gomma (Edizioni Riccardi, Quarto, Napoli, 2001),
Poesie (1972-1977) (Edizioni Riccardi, Quarto, Napoli, 2002),
L’albero della vita (Portofranco, Taranto, 2003),
Chat_Poesie (Edizioni Spazioikonos, Bari, 2004),
Pensieri in_transito (Fermenti, Roma, 2006),
Poesia Povera (SECOP Edizioni, Corato, Bari, 2009). 


  © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento:

Posta un commento