Libri di arte, poesia e filosofia

La parola verso proviene dal verbo latino vertere, cioè «capovolgere», in particolare la terra con un aratro. Il verso è allora un solco, una linea dritta in cui l’uomo col proprio lavoro pone i suoi semi che germoglieranno: nel verso, così, convergono la linearità naturale degli eventi e l’impegno fruttifero del pensiero umano.

martedì 10 aprile 2012

Andrea Garbin








Andrea Garbin

Viaggio di un guerriero senz'arme

con all'interno Tanka a 4 mani con Manuela Dago

Disegni di Marco Vecchio

Edizioni L’Arca Felice



Edizione d'Arte stampata tipograficamente su carta realizzata a mano Flora Camoscio in 199 esemplari numerati ad personam, finemente rilegati con filo di rafia. Fuori testo, una litografia di Marco Vecchio. Il libro è composto da 21 Haiku  e 4 Tanka

 


Litografia fuori testo di Marco Vecchio, china su carta, 2012



Andrea Garbin

Costruiti sulla misura di un equilibrio sottile ed elegante, gli Haiku di Andrea Garbin mostrano, insieme, un tono raffinato e discreto e improvvisi squarci di scardinante energia visionaria, costituendo una singolare poesia mista di pudori e di slanci, di rigore e di fervore, di accortezza e di passione.



Andrea Garbin, nato a Castel Goffredo (MN), ha pubblicato le raccolte di poesia Il senso della musa (Aletti, 2007) e Lattice (Fara, 2009), e alcuni racconti su antologie. Ha curato l’edizione del romanzo La fonte del fabbro di Fabrizio Arrighi (Lampi di stampa, 2010) e la raccolta di poesie Anche ora che la luna di Beppe Costa (Multimedia Edizioni, 2010). Dirige gli incontri di poesia presso il Caffè Galeter di Montichiari (BS) dove ha creato il Movimento dal sottosuolo. In un incontro romano, Fernando Arrabal gli ha chiesto di tradurre in dialetto “castellano” alcuni suoi testi: nasce così Dialectos, progetto che include la traduzione, sempre in “castellano”, di altri poeti stranieri e italiani. Da Dave Lordan è tradotto e presentato in Irlanda con l’antologia POETRHEE new italian voices. Nel 2011 è uscita, negli Stati Uniti, una prima selezione dei Border Songs (Canti di confine) tradotti e prefati da Jack Hirshman. Si occupa di teatro.


 


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento

© RIPRODUZIONE RISERVATA