Libri di arte, poesia e filosofia

La parola verso proviene dal verbo latino vertere, cioè «capovolgere», in particolare la terra con un aratro. Il verso è allora un solco, una linea dritta in cui l’uomo col proprio lavoro pone i suoi semi che germoglieranno: nel verso, così, convergono la linearità naturale degli eventi e l’impegno fruttifero del pensiero umano.

lunedì 27 febbraio 2012

Marisa Papa Ruggiero


Al di là del labirinto



Nel profondo inverno, alla fine ho imparato che dentro me c’è un invincibile sole

 (Albert Camus)







antologia di arte-poesia

 a cura di Antonio Spagnuolo






Marisa Papa Ruggiero


   Il gesto che evoca movimenti, in una stranamente rigorosa organizzazione del dettato, accende la necessità di nuovi racconti per forgiare un linguaggio poetico che sia in grado di offrire la massima leggibilità del tema.
   Per Marisa l’incompiuto ripete smalti della lingua nel tentativo di conservare ed offrire una musicalità che sia all’altezza delle espressioni. Anche la metafora conserva la giustificazione delle reminiscenze immaginate e delineate con garbo, come soltanto una realtà può contraddistinguersi. Il gioco è un cerchio sulla pedana immobile, che conduce con abilità al ritmo incandescente del verso, sempre al di là della tradizione e fino al trionfo della illuminazione. 



 






   Marisa Papa Ruggiero (Roma, 1943) vive a Napoli. La sua atti-vità creativa (poesia lineare-visuale, scrittura in prosa, interventi critici) è documentata in diverse pubblicazioni antologiche e in riviste di ricerca letteraria. Tra le sue opere di poesia: Limite inter- detto (Ed. Ripostes, 1993); Origine inversa (Ed. A. Guida, 1995); Campo giroscopico (Ed. Riccardi 1998); Persephonia (Ed. Manni, 2001); Oblique ubiquità (in Locus solus, 2003); tra i libri d’artista: Il passaggio dei segni (2003) e in prosa: Le verità bugiarde (Il laboratorio/Le Edizioni, 2008).







Energie di campo


*

sciamanti fiaccole in corsa
su dispari note
eccentriche di sguardi
per nuovi appostamenti
che scambiano i percorsi
o le direzioni di marcia

per vincere i confini
del libro
senza il foglio di via senza
l’ordine del giorno
ma sale prosciugato in tasca

sale tra i denti
per altri semi a richiamo
per finti uccelli
mai nati

vivi da qualche parte

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento:

Posta un commento